Glamourous Eighties

Scenografie domestiche

Di Bob Wilson

Architetto del gesto, della luce e dell’analogia tra effetto teatrale e riflessione pittorica Bob Wilson trasferisce senza mezzi termini la sua poetica metafisica e illusoria tra le pareti domestiche. La casa come canovaccio teatrale e l’idea di teatro come rappresentazione del mondo: dove ogni cosa ha una personale identità ed entra nella scena, pulita, portandosi una storia autonoma che si intreccia alle altre per casualità.